Questi sono i due sequel più sottovalutati in qualsiasi serie di film

tempo di emissione: 2022-06-15

Navigazione veloce

Mentre l'originale Ritorno al futuro di Robert Zemeckis del 1985 è elogiato come uno dei più grandi film mai realizzati e ampiamente riconosciuto come un classico senza tempo, i suoi due sequel non sono andati così bene.Girati uno dopo l'altro e pubblicati a un anno di distanza, Ritorno al futuro Parte II e Parte III non sono stati completamente dimenticati, ma non sono tenuti in grande considerazione come il loro iconico predecessore.

Il secondo e il terzo film di Ritorno al futuro potrebbero non avvicinarsi alla grandezza dell'originale, ma sono entrambi molto migliori di quanto suggerirebbe la loro reputazione.Il secondo prende una svolta sorprendentemente oscura nel 1985 alternativo, poi rivisita il film originale con una svolta interessante, e il terzo è un western in piena regola mentre Marty torna indietro ai tempi della frontiera per salvare il Doc, completo di uno scontro a fuoco culminante e una rapina al treno.

Ciò che ha reso Ritorno al futuro così divertente in primo luogo sono state le insormontabili probabilità accumulate contro Marty.La storia è così avvincente perché è chiaramente stabilito che c'è una possibilità su un milione che sarà in grado di garantire il proprio concepimento e tornare ai propri tempi, e oltre a tutto ciò deve costantemente affrontare più ostacoli e battute d'arresto.I sequel hanno mantenuto questo elemento, in particolare la parte II, che mostra al pubblico la distopia da incubo che l'America diventerà se Marty non riuscirà a strappare l'almanacco a Biff nel 1955.Non solo deve nascondersi da Biff; dal momento che è finito lo stesso giorno del film originale, deve anche nascondersi da se stesso cercando di riunire sua madre e suo padre.Nella parte III, non solo Doc e Marty potrebbero ritrovarsi bloccati un secolo prima del loro tempo; potrebbero essere uccisi a colpi di arma da fuoco dalla temibile banda di Tannen, rendendo l'intera faccenda discutibile.

Nella maggior parte dei western di fantascienza, i tropi western si sentono etichettati, come la rapina arbitraria al treno in Solo: A Star Wars Story, e non riescono a mantenere la loro promessa di western.Ritorno al futuro Parte III non è solo un western di fantascienza solo di nome.Robert Zemeckis e il suo team avevano una grande affinità per i western classici e hanno realizzato il trequel sui viaggi nel tempo come un western completo.Ritorno al futuro Parte III adatta gli elementi di fantascienza attorno agli elementi occidentali e non viceversa.

Quando Doc e Marty dirottano un treno nel set culminante del film, è perché un treno è l'unico veicolo nel Vecchio West che può portare la DeLorean fino a 88 miglia all'ora.La posta in gioco è stabilita e in realtà ha senso nel mondo della storia derubare un treno: non stanno solo rapinando un treno perché è un omaggio ai western ed è quello che fanno le persone nei western.Il film ha anche una sparatoria nel mezzo della polverosa Hill Valley d'altri tempi ispirata da A Fistful of Dollars che ripaga il alternativo Biff che guarda il classico di Sergio Leone nella sua vasca idromassaggio nella parte II.

La scrittura dei sequel non è così nitida come il primo film – che è certamente un punto di riferimento elevato su cui tenere i sequel, dato che è fondamentalmente una sceneggiatura perfetta – ma i follow-up hanno mantenuto ciò che ha davvero fatto funzionare il film originale così bene: Michael J.La chimica sullo schermo di Fox e Christopher Lloyd nei panni di Doc e Marty.La loro dinamica è tanto una gioia da guardare nei sequel quanto nel film originale, e gli attori non hanno mai telefonato in nessuna delle loro scene insieme.

A differenza della maggior parte dei sequel di commedie, i sequel di Ritorno al futuro giustificano la loro esistenza.Il primo film si è concluso con un cliffhanger che il sequel conclude nell'atto di apertura.Grazie all'almanacco, uno dei MacGuffin più memorabili di tutti i tempi, questa sequenza di apertura crea nuovi conflitti che minacciano di annullare il lieto fine del film originale.La parte II culmina nel suo finale cliffhanger, con il Doc che scompare dal cielo e una lettera vecchia di decenni scritta nel 1885 che viene consegnata a Marty sotto la pioggia.

Tutto sommato, la trilogia di Ritorno al futuro regge come una storia completa.Finale di Cliffhanger a parte, il primo film di Ritorno al futuro avrebbe potuto facilmente essere lasciato da solo e godere della stessa eredità di un classico autonomo.Ma i sequel hanno fatto abbastanza per arricchire i personaggi e il loro mondo e continuare le loro storie per sentirsi come una parte necessaria del viaggio di Doc e Marty.

Attaccare l'atterraggio con una trilogia di film è molto più facile a dirsi che a farsi, come hanno dimostrato The Matrix Revolutions e i sequel di Star Wars.Scuotendo le cose con l'ambientazione del Vecchio West ma mantenendo la storia incentrata sui personaggi che abbiamo imparato a conoscere e ad amare e portandoli in un posto felice, Ritorno al futuro Parte III è uno dei trequel più soddisfacenti mai realizzati.